La Mela


La mela è un frutto originario dell'Asia centrale, ma l'Egitto, la Grecia e anche la Palestina rappresentano una passerella per il passaggio di questo speciale alimento verso l'Europa. Essa è considerata sin dai tempi più antichi un vero e proprio alimento-medicina, viste le sue innumerevoli proprietà e, a tal proposito, si può ricordare un famosissimo proverbio, conosciuto in molte parti del mondo, che dice: "Una mela al giorno leva il medico di torno". E' composta da acqua, proteine, grassi, zuccheri di vario tipo (tra essi anche il fruttosio, il glucosio e il saccarosio), fibre, sali minerali, vitamine (B1, B2, PP, C, A) e contiene inoltre l'acido malico e l'acido tartarico; il suo apporto calorico è tra i più bassi, 45 KCalorie ogni 100gr, ed è anche per questo motivo che molti sportivi e le persone che seguono una dieta la utilizzano per avere nutrimento e per calmare la fame tra un pasto e l'altro, ma senza andare ad influenzare il peso corporeo. Ne esistono di molti tipi, tra i quali: - Royal Gala, con la buccia giallo e rossa - Renetta, con la buccia gialla, leggermente verde, poco zuccherina - Golden, con la buccia giallo intenso - Granny Smith, con la buccia molto verde, lucida e brillante Proprietà curative La mela è digestiva, nutriente, antivirale, disintossicante, lassativa, abbassa il colesterolo. Essa aiuta molto la digestione: l'acido malico e quello tartarico regolarizzano l'acidità dello stomaco, favorendo la digestione delle proteine e dei grassi (è anche per questo motivo per cui questo frutto viene consumato con le carni di maiale e di oca). E' un ottimo rimedio disintossicante poiché stimola le funzioni epatiche, agisce come diuretico ed è un ottimo metodo per favorire l'eliminazione degli acidi urici. Alcuni studi hanno rilevato che le mela è un grande nemico dei virus, grazie al suo succo, quindi chi mangia molte mele ha meno facilità ad avere problemi alle vie respiratorie, tipo raffreddore e/o infezioni. La Renetta è molto indicata per le persone che soffrono di diabete perché tende a normalizzare la quantità di zucchero presente nel sangue. Mela e leggenda Nella storia vi sono molti riferimenti a questo frutto, per esempio: - Si ritiene che essa fu il frutto che fece cadere in tentazione i nostri primi antenati, Adamo ed Eva, anche se qualcuno sostiene che si tratta solamente di un'interpretazione sbagliata - La leggenda di Guglielmo Tell e della mela che venne posta sul capo di suo figlio affinché egli la colpisse con una freccia - Una mela cadde in testa a Newton, sempre secondo la leggenda, e questo, sembra, gli fece intuire la legge sulla gravità - Nella fiaba di Biancaneve e i sette nani, una mela avvelenata viene data a Biancaneve Ricette Vi sono molti piatti nella cucina italiana, ma non solo, in cui compare la mela, sia cotta che cruda. Di seguito viene presentata una ricetta semplice e, per molti, gustosa. Insalata Waldorf Preparazione: 15-20 minuti Cottura: nessuna Ingredienti (per 6 persone): 3 mele rosse, 2 mele verdi, 2 gambi di sedano affettati, 5 noci sbriciolate, una tazza da caffè di maionese, 2 cucchiai di salsa vinagrette, volendo anche 1 cucchiaio di panna. Dividere le mele in quarti, eliminare il torsolo e tagliarle in pezzi da 2cm circa ognuno; metterle in una ciotola grande con il sedano e le noci. In un'altra ciotola, mescolare la maionese, la salsa vinagrette e l'eventuale panna; unire il condimento all'insalata, travasare il tutto in un'insalatiera guarnita con lattuga e servire subito (se la si prepara una o due ore prima di servirla in tavola, ricordarsi di coprirla con una pellicola trasparente di nylon per evitare che il contatto con l'aria faccia scurire il tutto). Buon appetito! Giorgio